Vai al contenuto

Laboratorio Apple in memoria di Carlo e Veronica

Chissà dove finisce tutto l’amore che proviamo per qualcuno, quando se ne va?

Naturalmente non abbiamo nessuna risposta, ma qualche riflessione tra le lacrime da condividere con voi, voi che Carlo e Veronica, ancora e per sempre li avrete nei vostri pensieri.

Lacrime, lacrime di giuste emozioni, sono state le vere protagoniste dell’evento vissuto presso l’istituto Mossotti, dove è stata intitolata ai nostri Angeli, un’aula Apple, pronta a proiettare il talento di tanti giovani nel futuro.

Presenti in aula magna, accolti dalla Preside Maduli Barbara, numerosi personaggi di spicco della società politica e religiosa cittadina.

A turno hanno preso la parola i professori di Carlo e Veronica, nessuno ha trattenuto la propria sincera commozione.

Anche la nostra amica Claudia, Sindaco di Casalbeltrame, ha saputo trarre un ritratto dei due giovani toccante.

Il più sentito dei commenti è stata rivolto da un giovane amico di Carlo, amico vero, nonostante la sua giovanissima età le sue parole si sono rivelate mature, vere, sincere, come quelle lette dallo stesso ragazzo a nome di Jennifer, “Mi hanno portato nel loro mondo e li rimarrò alzando semplicemente gli occhi al cielo.”

La cerimonia è proseguita con l’intitolazione dell’aula, ancora emozioni e lacrime…

Si, ma la risposta su dove finisce l’amore quando chi amiamo se ne va, quale è?

Non è che resta solo il drammatico dolore?

No, non è così, certo il dolore rimane, ci si deve per forza convivere, ma tutto quell’amore non è svanito, cambia.

Cambia: forma, modi, tempi, cambia.

Perchè diventa immenso, diventa infinito, diventa eterno, ecco cos’è ora l’amore di tutti i professori, i presenti al Mossotti, gli amici, Katiuscia e Giuseppe mamma e papà di Carlo e Veronica, e guardando ognuno di loro negli occhi, oggi ne abbiamo la certezza, i nostri Angeli hanno scritto un segno indelebile nella nostre vite, non sono passati invano, con le loro giovani vite ci hanno insegnato a vivere, ad amare la vita, perché come loro possiamo amare ogni gesto, ogni piccola cosa, che possa rendere la nostra vita degna di essere vissuta, ecco il loro dono, ecco la loro speranza.

Grazie a tutti voi, che siete accanto a chi un cuore lo sa usare per l’amore perfetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.